fbpx
 

AutostimaCrescita PersonaleEsterioritá e Interioritá | Paola Dondoli

14 Ottobre 20140

Ieri ho conosciuto Francesca ed il nostro incontro rappresenta solo il primo di una lunga serie. Lei si occupa di salute e bellezza esteriore…io, di salute e bellezza interiore.

Qualcuno sarà pronto a replicare “la bellezza esteriore non é importante, bensì quella interiore!” oppure ” ma dai! cosa c’entrano le rughe e la cellulite con la nostra parte più profonda e spirituale”?
Ebbene non c’é niente di più falso! Nonostante la nostra cultura occidentale ci abbia educato a sezionare noi stessi in molteplici parti – il sistema endocrino, il sistema circolatorio, il sistema respiratorio ed infine la mente separata dal corpo – si é rilevato che, al variare degli stati di coscienza, come, per esempio, nel silenzio mentale o nelle situazioni di stress, si producono variazioni misurabili a livello dei linfociti, a livello del sistema endocrino e del sistema gastrointestinale.
In altre parole si sta scoprendo che il nostro organismo è un sistema – non una macchina – in cui ogni parte parla con ogni altra parte e c’è un linguaggio comune fatto di molecole chimiche e di energie, che è in grado di mettere in comunicazione ogni cellula del corpo con ogni altra e queste con l’ambiente. Sono ormai moltissimi i dati che dimostrano che un certo tipo di stato di coscienza, un certo tipo di pensiero, cambia parametri anche sottilissimi, come la glicemia, le endorfine, il numero di recettori per certe molecole presenti sui linfociti, ma, addirittura, cambia, per esempio, la conduttanza elettrica della pelle, le onde elettromagnetiche emesse dall’organismo; un certo tipo di pensiero cambia la nostra postura.
La pelle è la prima immagine che l’organismo offre al mondo ed è il primo organo che si forma nella genesi dell’essere umano. La pelle, confine dinamico vivo ed attivo, comunica, si esprime e il suo linguaggio prezioso ed immediato ci racconta lo stato di salute dell’essere umano. Essa interagisce con l’esterno mediante analizzatori specifici, come la sensibilità tattile, termica, e nel frattempo modula reazioni delle afferenze interne che vengono trasmesse dall’esterno, come il sistema vascolare e ghiandolare. La bellezza è dunque il risultato dell’equilibrio armonico interno-esterno dell’essere, l’espressione del nostro stato di salute. L’inestetismo è la manifestazione visibile della perdita di questo equilibrio.
Ecco il motivo della mia collaborazione con Francesca! Lei si occupa di far scomparire le rughe e la cellulite, io di far scomparire la rabbia, la frustrazione, i conflitti e qualsiasi altro blocco interiore. Una volta intervenuti sull’inestetismo esterno é necessario intervenire sull’equilibrio energetico, mentale ed emozionale se non vogliamo correre il rischio che l’inestetismo si ricrei velocemente!
Ogni qual volta si va ad effettuare un riequilibrio energetico della persona, il colore, la luminosità e la consistenza della pelle cambia istantaneamente.

Tutta la natura aspira alla bellezza. Ed è soddisfatta soltando quando essa può essere esaltata. La bellezza esteriore è la componente visibile di quella interiore e rende visibile la luce dell’anima.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

×

Perché sei qui?

Clicca sul mio nome per iniziare una conversazioni WhatsApp. Vorrei ascoltarti.

× WhatsApp