fbpx
 

AutostimaBioenergeticaBambino insicuro, ansie e tensioni muscolari | Paola Dondoli

18 Luglio 20190

 

Bambino insicuro e mancanza di consapevolezza.

Come riconoscere il problema

 

 

Quando parlo con le mie pazienti mamme, molte di loro esprimono incertezze e dubbi sui comportamenti da adottare con i propri figli, più o meno piccoli. Una delle più grandi preoccupazioni è sicuramente quella che il loro sia un bambino insicuro e quindi infelici e incapace di crescere al meglio. Come dar loro torto, visto che il mestiere del genitore è il più difficile e l’errore, prima o poi, è quasi inevitabile.

 

Le mamme, o meglio i genitori, oggi più che mai si trovano a dover far conciliare tante esigenze, perchè lo stile di vita che la società impone, si coniuga difficilmente con i valori personali e tanto meno con una crescita soggettiva adeguata.

 

Purtroppo tendiamo ad adeguarci a quello che fanno tutti, senza riflettere su ciò che sarebbe meglio per il proprio figlio o senza cercare di scoprire, nel caso di adolescenti, quelle che sono le loro capacità e i loro talenti. Non è trascorso molto tempo dal racconto di una mamma durante una riunione scolastica della scuola media inferiore, pianificata appositamente per rilevare le attitudini individuali dei ragazzi che dovevano scegliere la scuola superiore. Cos’è emerso da questo incontro?  Che la maggior parte di loro, genitori e figli, non avevano la minima idea di cosa volessero fare.

 

 

 

Come reagisce il corpo di un bambino insicuro

 

 

 

 

bambino insicuro 2 paola dondoli

 

 

 

 

Il corpo di un bambino insicuro risponderà in tanti modi al disagio

 

 

Un bambino che vive nella paura sarà:

  • Teso

  • Ansioso

  • Contratto

 

 

 

Questa e tante altre incertezze sono il risultato dell’educazione che i bambini hanno ricevuto, dove probabilmente non è stata sufficientemente sviluppata la tendenza a comprendere o esprimere i propri desideri. La mancanza di tale consapevolezza dei propri desideri e capacità, si ripercuote sulla personalità del bambino, e una volta adulto non sarà in grado di liberarsene tanto facilmente.

Purtroppo queste privazioni e repressioni si ripercuoteranno sul corpo, perchè il corpo di un bambino insicuro risponderà a tale disagio. Una delle prime manifestazioni sarà la tensione muscolare cronica in diverse parti del corpo, che diventerà una prigione che impedisce la libera espressione dell’individuo. Queste tensioni possono trovarsi nelle mascelle, nel collo, nelle spalle, nel torace, nella schiena e nelle gambe. Causano l’inibizione di impulsi che la persona non osa esprimere per paura della punizione, verbale e fisica. La minaccia del rifiuto e della privazione dell’amore di un genitore è vissuta come una minaccia mortale dal bambino, e spesso suscita più paura della punizione fisica.

 

 

 

 

Un muscolo teso è spaventato e arrabbiato

 

 

 

 

Il bambino che vive in questa condizione di paura è teso, ansioso e contratto. Per proteggersi, non sentire dolore o paura, il bambino si renderà insensibile. Questa insensibilità del corpo elimina il dolore e la paura, in quanto gli impulsi pericolosi sono efficacemente imprigionati. La sopravvivenza sembra assicurata, ma questo processo diventa anche un modo di vivere dell’individuo. Il piacere è subordinato alla sopravvivenza e l’Io, che originariamente era al servizio del corpo per soddisfare il suo desiderio di piacere, ora lo controlla  per garantirsi la sicurezza. Tra l’Io e il corpo si sviluppa una scissione che si struttura come una fascia di tensione alla base del cranio e che spezza la connessione energetica tra la testa e il collo, tra il pensiero e il sentimento.

 

 

Questa paura è la causa fondamentale della nostra infelicità e insoddisfazione, che da adulti molto spesso è anche insoddisfazione sessuale, ma molte persone non si rendono conto di quanto siano spaventate. Eppure ogni muscolo cronicamente teso nel nostro corpo è un muscolo spaventato, altrimenti non si opporrebbe così tenacemente al fluire dei sentimenti e della vita. Allo stesso tempo è un muscolo arrabbiato, dato che la rabbia è la reazione naturale alla restrizione coatta e alla negazione della libertà e si avverte tristezza per la perdita della potenzialità di uno stato di piacere che fa scorrere il sangue e vibrare il corpo.

 

 

bambino insicuro 3 paola dondoli

 

 

D’altro canto questa mancanza sfocia in patologia come dimostrano i frequenti casi di ipertensione, attacchi di panico, ansia e depressione. Noi non viviamo in virtù della nostra volontà. Questa è impotente a regolare o coordinare i complessi processi biochimici e biofisici del corpo, è impotente a influire sul metabolismo del corpo, da cui dipende la qualità della nostra vita.

 

 

 

 

Se consideriamo lo sviluppo dell’embrione umano, questo è un processo che ci stupisce ogni volta, eppure abbiamo l’arroganza di pensare di saperne di più della natura. Io personalmente confido nel potere auto curativo del corpo che non vuol dire non aiutare il processo di guarigione, anzi, Le tecniche bioenergetiche è un processo di guarigione naturale nella quale viene sostenuta la funzione curativa che è prerogativa del corpo.

 

 

Se riconosci questa problematica in tuo figlio, o in te stesso, perchè quello che siamo oggi dipende da quello che siamo stati ieri, contattami. Sarò lieta di ascoltarti e di capire insieme a te la strada giusta da intraprendere.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

×

Perché sei qui?

Clicca sul mio nome per iniziare una conversazioni WhatsApp. Vorrei ascoltarti.

× WhatsApp