fbpx
 

AutostimaBioenergeticaStruttura caratteriale masochista, quando insorge | Paola Dondoli

20 Agosto 20190

 

Caratteristiche fisiche della struttura caratteriale masochista

 

Capii subito che davanti a me avevo una struttura caratteriale masochista. Da cosa lo capii?

Entrò nello studio, spalle larghe e forti, torace piuttosto muscoloso, petto in fuori, pelle olivastra e capelli neri che tuttavia cominciavano ad ingrigirsi e diradarsi.  Il viso non aveva un’ espressione particolare e sotto sforzo emotivo assumeva un’espressione forte di disgusto e disprezzo, mentre la nuca si contraeva come se la testa volesse entrare nel collo, mostrando ostinazione. La respirazione e l’addome erano morbidi ma anche questi cambiavano in presenza di una forte emozione.  I muscoli addominali si serravano, le natiche si contraevano e il bacino veniva sospinto in avanti e verso l’alto. Le spalle  erano rigide e anche gli arti inferiori erano marcati da forte rigidità. Le articolazioni  del ginocchio e la caviglia erano piuttosto inflessibili per cui faceva fatica a chinarsi; i piedi erano fortemente contratti e le dita serrate.

La sua voce era come un lamento, piagnucolosa, lo sguardo triste e pieno di angoscia, si lamentava del rapporto freddo con il marito che non apprezzava i suoi sforzi. La causa della struttura caratteriale masochista la ritroviamo nell’eccessiva attenzione dei genitori, nel loro desiderio di volere il massimo per il figlio che viene oppresso dai loro sforzi e dalle loro cure e apprensioni, non lasciando spazio all’autoregolazione naturale dell’organismo.

carattere masochista paola dondoli

 

Facile identificare il carattere masochista nei tratti appena descritti, perchè è come se dicesse “guarda come sono infelice. Perchè non mi ami?”

Molto spesso questa tendenza, se non si esprime attraverso le parole, la possiamo vedere nell’abbigliamento e nella poca cura della sua persona. Il disprezzo che il masochista prova per gli altri è rivolto anche a se stesso, quasi fosse una provocazione del tipo: “mi ami anche così sporco e disordinato?”

L’altra faccia della medaglia è presente in alcuni caratteri che hanno un esagerato senso della pulizia, che è ovviamente una reazione di difesa contro tendenze masochiste all’autodeterminazione.

Quali sono le dinamiche energetiche delle tendenze masochiste?

 

A livello inconscio il masochista si sente un verme o un serpente e la sua tendenza ai contorcimenti la si può vedere sia a livello psicologico che bioenergetico. Sente di appartenere alla terra ma gli è difficile mantenere il corpo in posizione eretta ed ha una tendenza caratteristica ad abbattersi verso il suolo. Il masochista teme una forte asserzione e una forte erezione genitale. In termine di portamento le gravi tensioni muscolari impediscono lo sviluppo della posizione eretta che invece deriva da un forte impulso energetico. Come conseguenza dei blocchi posti al flusso energetico, esso si muove per tentativi ed è esitante, mentre i sentimenti di auto denigrazione sono espressione della percezione di sentirsi un verme.

Se cerchiamo il denominatore comune delle prime esperienze che producono il masochismo, lo troviamo nel sentimento di umiliazione. Il masochista è un individuo che da bambino è stato profondamente umiliato, indotto a sentirsi inadeguato e inutile.

Quali esperienze possono produrre un sentimento di questo tipo? Sono molti i casi in cui è presente un’alienazione forzata, il disprezzo dei sentimenti del bambino, un tipo di educazione all’igiene intima che viola il sentimento di privacy che il bambino ha con il proprio corpo. L’eccessiva vigilanza, l’obbligo a mangiare, la sculacciata sul sederino nudo, tutte azioni umilianti. Il bimbo in questi casi intraprende una lotta che deve essere soppressa prima che si sviluppi una struttura caratteriale masochista.

La madre è convinta di agire per il bene del figlio e punisce la ribellione con chiara e decisa disapprovazione. Una volta che il bambino si è sottomesso, tutte le azioni future dell’individuo saranno orientate nella stessa direzione con il fine di ottenere l’altrui approvazione. Tutti i masochisti mostrano un bisogno smodato di essere approvati e fanno di tutto per piacere, nella speranza che l’approvazione porti anche amore ma purtroppo rimangono delusi. E’ umiliante per chiunque sentire che sicurezza e accettazione dipendono dal suo servilismo, perchè il masochista a lungo andare diventa servile.

 

Il masochista è un individuo che da bambino è stato profondamente umiliato, indotto a sentirsi inadeguato e inutile

 

 

bambino triste paola dondoli

 

 

Nella storia di vita di qualsiasi masochista si trovano anche periodi di ribellione culminanti in sfoghi d’ira e rancore. Il masochismo patologico si sviluppa solo dopo la pubertà poichè soltanto dopo che la pulsione sessuale si è consolidata scatta la trappola del conflitto tra bisogno e rancore, tra conformismo e ribellione fino al punto di intensificarsi senza via d’uscita.

E’ l’attenzione per i bisogni materiali del bambino e l’indifferenza per i suoi bisogni di tenerezza o spirituali che creano il problema. Infatti non sorprende sentire un masochista parlare di valori spirituali. ma vederlo agire a livello materiale. Cerca di guadagnarsi amore in cambio di sforzi e fatica, nega l’importanza delle cose materiali eppure la proprietà significa molto per lui, è confuso nei desideri ed imbarazzato nell’esprimere le sue esigenze e dubita di poter ottenere un qualsiasi soddisfacimento.

Il carattere orale, come abbiamo già visto, ha paura a protendersi verso il mondo mentre il masochista si protende verso la realtà ma con tali dubbi da essere indotto a ritirarsi prima ancora di raggiungere l’obiettivo. I due caratteri hanno tuttavia due nessi: mancanza di sicurezza e indipendenza, bisogno di un ambiente favorevole. Il masochista ha tendenza a contrarsi, dubitare, fallire, piagnucolare e deriva, come già detto, da esperienze in cui la soppressione attiva dell’indipendenza e dell’affermazione del bambino costituisce il trauma della personalità. Mentre il carattere orale è caratterizzato, da un inconscio “non posso”, quello masochista è determinato da un inconscio “non voglio”.

 

Avrò modo di approfondire questa e le altre strutture caratteriali in altri articoli successivi. Se hai richieste lascia un commento o scrivimi un’email.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Seguimi su i social networks:

Seguimi su i social networks:

Dove sono

Studio Paola Dondoli
Via Della Stazione, 27
50021 Barberino Val d’Elsa (FI)

c/o Castelfiorentino Centro Medico ILEX
Via Masini 26
50051 Castelfiorentino  (FI)

c/o Centro Medico Salus
Viale G. Matteotti, 193
50052 Certaldo (FI)

c/o Studi Medici Ippocrate
Farmacia Sarlo
Via F.lli Bandiera, 67
53034 Colle Val d’Elsa loc. Gracciano (SI)

c/o Studio Medico Oculistico
Nuti Prof. Alessandro
Viale Pietro Toselli
53100 Siena

c/o Studi Medici Farmacia Dr. Panni
Via Del Cancellone
58024 Valpiana (GR)

Copyright by PaolaDondoli. All rights reserved. Partita Iva e CF: P.I. 05665670484

Qui le Note Legali | Qui la Politica dei Cookies e Privacy | Qui il Disclaimer sui contenuti del sito | Sito creato da GONNELLI&ASSOCIATI

Qui le Note Legali | Qui la Politica dei Cookies e Privacy | Qui il Disclaimer sui contenuti del sito

×

Perché sei qui?

Clicca sul mio nome per iniziare una conversazioni WhatsApp. Vorrei ascoltarti.

× WhatsApp